AVVISO PUBBLICO PER ACCESSO ALLE MISURE DI SOSTEGNO ECONOMICO DI CUI AL COMMA 3 DELL'ART. 3 L.R. N. 40/2015 - ANNO D'IMPOSTA 2018

  • Data: 17.12.19
  • Data di ultima modifica: 17.12.19
AVVISO PUBBLICO PER ACCESSO ALLE MISURE DI SOSTEGNO ECONOMICO DI CUI AL COMMA 3 DELL'ART. 3 L.R. N. 40/2015 - ANNO D'IMPOSTA 2018

AVVISO PUBBLICO


Accesso alle Misure di sostegno economico di cui al comma 3
dell’articolo 3 della Legge Regionale n. 40 del 29/12/2015 e anni
successivi - Anno d’imposta 2018.


Premesso che:
1) La Legge Regionale n. 45 del 30/12/2013 prevede delle Misure di sostegno economico
diretto per le famiglie pugliesi nell'ambito dell'addizionale regionale all'IRPEF non usufruite
e/o usufruite solo in parte in sede di dichiarazione dei redditi percepiti nell'anno 2018;
2) La Deliberazione di Giunta Regionale n. 2685 del 16/12/2014 ha approvato le modalità
per l’accesso alle misure di sostegno economico ed il piano di riparto delle risorse
stanziate dal comma 3 dell’art. 5 della Legge Regionale n. 45 del 30/12/2013, pari a 2
milioni e 300 mila euro, in base alla popolazione residente ai quarantacinque Ambiti
territoriali della Regione Puglia e, per essi, in favore dei Comuni capofila dei medesimi,
affinché gli stessi Ambiti territoriali provvedano ad erogare agli aventi diritto, indicati
dall’art. 5 della Legge Regionale n. 45 del 30/12/2013, le misure di sostegno economico
previste dal comma 3 dell’art. 5 della Legge Regionale n.45 del 30/12/2013;
3) La Determinazione del Dirigente Servizio Politiche di Benessere Sociale e Pari
Opportunità n. 1197 del 17/12/2014 in ragione di quanto stabilito nel prospetto di riparto
approvato con Deliberazione di Giunta Regionale n. 2685 del 16/12/2014, ha liquidato in
favore di questo Ambito la complessiva somma di (€ 105.694,16) regolarmente accertata
ed impegnata con Determinazioni Dirigenziali Settore Servizi Sociali – Piani di Zona n.845
del 20/10/2015 e n. 676 del 16/09/2016;
4) La Deliberazione di Giunta Regionale n. 1283 del 27/05/2015 ha approvato ulteriori
modalità per l’accesso alle misure di sostegno economico e ha approvato il piano di
riparto delle risorse stanziate dal comma 3 dell’art. 5 della Legge Regionale n. 45 del
30/12/2013, pari a 2 milioni e 300 mila euro, redatto sulla base di dati più aggiornati, in
sostituzione di quello approvato con Deliberazione di Giunta Regionale n. 2685 del
16/12/2014;
5) La Deliberazione di Giunta Regionale n. 1432 del 13/09/2016, ha disposto che le
somme residuali e non utilizzate per l’erogazione delle misure di cui al comma 3 dell’art. 5
della Legge Regionale n. 45 del 30/12/2013, dovranno essere utilizzate per gli anni
successivi, per erogare in favore dei soggetti indicati all’art. 3 della Legge Regionale n. 40
del 29/12/2015, le misure di sostegno economico riguardanti la fruizione delle detrazioni
all’addizionale regionale IRPEF per carichi di famiglia, previste al comma 3 dell’art. 3 della
Legge Regionale n. 40 del 29/12/2015;
6) La nota della Sezione Promozione della salute e del benessere, servizio minori, famiglie
e pari opportunità della Regione Puglia – prot. n. 2767 del 10/07/2018 - nel richiamare i
contenuti della precitata Delibera di Giunta Regionale n. 1432 del 13/09/2016, chiede agli
Ambiti Territoriali apposito bando e/o avviso previsto dalla Legge Regionale n. 40 del
29/12/2015;


SI RENDE NOTO
Che per il periodo di imposta 2018, vengono riconosciute detrazioni all'addizionale
Irpef per i nuclei familiari pugliesi con PIÙ di tre figli a carico (dai quattro figli) e
che abbiano dichiarato dei redditi per l’anno di riferimento:
◦ € 20,00 per i contribuenti con più di tre figli a carico, per ciascun figlio, a partire
dal primo, compresi i figli naturali riconosciuti, i figli adottivi o affidati;
◦ € 375,00 per ogni figlio con diversa abilità ai sensi dell'articolo 3 della legge 5
febbraio 1992, n. 104 (Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i
diritti delle persone con disabilità);
 che si procederà all’attribuzione del beneficio secondo l’ordine di arrivo delle
domande e fino ad esaurimento delle risorse regolarmente accertate ed impegnate
dal Comune di Nardò con Determinazioni Dirigenziali del Comune di Nardò, Settore
Servizi Sociali – Piano di Zona n. 845 del 20/10/2015 e n. 676 del 16/09/2016.


SOGGETTI BENEFICIARI
Le famiglie interessate sono quelle con più di tre figli a carico che non possono fruire, per
il livello di reddito, delle detrazioni all’addizionale Irpef per carichi di famiglia, così come
stabilito dal comma 3 art. 3 della L.R. n. 40 del 29/12/2015: “Qualora il livello di reddito e
la relativa imposta, calcolata su base familiare, non consente la fruizione delle detrazioni
di cui al comma 1, il soggetto IRPEF usufruisce di misure di sostegno economico diretto
equivalenti alle detrazioni spettanti”.


MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Le istanze per beneficiare delle misure di sostegno economico di cui sopra, devono
essere presentate all'Ufficio Protocollo del Comune di residenza - pena l'inammissibilità al
beneficio - entro il 31 Dicembre 2019 allegando la copia del documento di identità,
nonché copia della dichiarazione dei redditi o Mod. CUD, di ciascun componente del
nucleo familiare, relativamente ai redditi percepiti nell’anno 2018. Per la presentazione
delle istanze di contributo il richiedente dovrà utilizzare il modello di domanda scaricabile
dai siti istituzionali dei Comuni afferenti all'Ambito Territoriale Sociale di Nardò, oppure
presso gli sportelli di Segretariato Sociale Professionale degli stessi Comuni.
Il Responsabile del presente procedimento è la Dott.ssa Alessandra Rizzo.

In allegato modello di richiesta del sostegno economico.


Nardò, lì 10.12.2019


IL RESPONSABILE DELL'UFFICIO DI PIANO
f.to Dott. Gabriele Falco

Documenti e link

Categorie di notizie correlate:
X
Torna su