ELENCO COMUNALE DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI ADERENTI ALL'INIZIATIVA COMUNALE SUI BUONI SPESA

In allegato alla presente comunicazione l'elenco delle attività commerciali che, aderendo all'iniziativa comunale, accetteranno i buoni spesa distribuiti in questi giorni. Elenco aggiornato al...

ELENCO COMUNALE DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI ADERENTI ALL'INIZIATIVA COMUNALE SUI BUONI SPESA

Dettagli della notizia

Ricordiamo alcune indicazioni importanti ed utili sia per i commercianti, sia per gli usufruitori del buoni spesa:

  1. I buoni spesa rilasciati dal Comune potranno essere spesi anche cumulativamente presso l’esercizio commerciale, ma non danno diritto a resto in denaro. L’esercizio commerciale si impegna ad accettare a fronte dell’acquisto dei beni da parte dei soggetti beneficiari, individuati dal Comune, il pagamento con i “buoni spesa”. I “buoni spesa” sono numerati. L’esercizio commerciale, a fronte della spesa effettuata dal beneficiario, provvede a ritirare i buoni, al fine di annullarli;
  2. I buoni spesa saranno rimborsati all’esercizio commerciale per il valore nominale dello stesso, al netto dello sconto comunicato, il cui importo sarà vincolato da questo Ente per le stesse finalità di spesa. Il rimborso avverrà a seguito di presentazione al Comune di apposito rendiconto, con allegati i buoni spesa in originale, mediante bonifico su c.c. indicato, previa verifica della regolarità della documentazione presentata. Il titolare dell’esercizio commerciale pertanto si impegnerà a consegnare tutta la documentazione necessaria ai fini del rimborso all’ufficio Servizi Sociali del Comune. Il Comune procederà al rimborso, mediante bonifico bancario, dei “buoni spesa” direttamente agli esercizi entro 30 giorni dalla presentazione della richiesta di rimborso da parte dell’esercizio commerciale; 
  3. L’esercizio commerciale, nell’ambito della realizzazione delle attività di vendita di propria competenza è tenuto al rispetto della normativa in materia di privacy, ai sensi del GDPR-REG. UE2016/679,
  4. Il Comune effettuerà controlli sul corretto utilizzo dei buoni spesa nel rispetto dei criteri e modalità indicati, riservandosi la facoltà di non riconoscere il rimborso al commerciante, così come di interrompere il servizio per il beneficiario del buono, per l’acquisto di prodotti di generi alimentari e di prima necessità non conformi a quanto indicato nella deliberazione di G.C.37 del 31/03/2020, quali a titolo esemplificativo:
    1. prodotti alimentari: ad es. Pasta, Riso, Latte, Farina, Olio di oliva, Frutta e verdura, legumi, tonno, carne, pesce, formaggi, prodotti surgelati, ecc., bevande, con esclusione di vino, birra, liquori e di tutte le bevande alcoliche;
    2. prodotti alimentari e per l’igiene per l’infanzia (ad es. omogeneizzati, biscotti, latte, pannolini, ecc.);
    3. prodotti per l'igiene della casa e della persona;
    4. prodotti farmaceutici o parafarmaceutici;

Immagini della notizia

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
X
Torna su