ELENCO AGGIORNATO DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI ADERENTI ALL'INIZIATIVA ''BUONI SPESA''

  • Data di ultima modifica: 23.04.21

ELENCO AGGIORNATO DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI ADERENTI ALL'INIZIATIVA ''BUONI SPESA''

in allegato

 

Modalità di utilizzo

I buoni spesa assegnati saranno utilizzabili per: Acquisti presso gli esercizi commercialied i servizi di ristorazione presenti sul territorio ed aderenti all’iniziativa del “buono spesa/ristorazione”, già inseriti nell’elenco comunale nello spazio dedicato del sito istituzionale di questo Comune. L’elenco degli esercizi commerciali e di ristorazione è della seguente tipologia: - Supermercati, Discount di alimentari, Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari, Commercio al dettaglio di prodotti alimentari e di bevande (con esclusione di quelle alcoliche), Commercio al dettaglio di prodotti e surgelati, per l’acquisto di prodotti di prima necessità, di prodotti alimentari e per l’igiene dell’infanzia, di prodotti per l’igiene della casa e della persona, Farmacie e Parafarmacie; Gli operatori economici titolari di servizi di ristorazione sono : - ristoranti, pizzerie, rosticcerie, gastronomia, panetterie, pasticcerie, disponibili all’accettazione di buoni servizio ristorazione con modalità da asporto e/o consegna a domicilio, individuati conmanifestazione di disponibilità all’inserimento nell’elenco comunale degli esercizi aderenti all’iniziativa. Si possono acquistare quali prodotti alimentari e generi di prima necessità: - Pasta, Riso, Latte, Farina, Olio di oliva, Frutta e verdura, legumi, tonno, carne, pesce, ecc. - Bevande, con esclusione di vino, birra, liquori e di tutte le bevande alcoliche; - Prodotti alimentari e per l’igiene per l’infanzia (omogeneizzati, biscotti, latte, pannolini, ecc.); - Prodotti per l'igiene della casa e della persona; - Prodotti farmaceutici o parafarmaceutici (farmaci da banco, ecc.); - Cibi pronti, gastronomia, altri prodotti alimentari rientranti nei beni di prima necessità. I buoni spesa: - non saranno utilizzabili per l’acquisto di tabacchi, ricariche telefoniche, giochi e lotterie, beni non di prima necessità; - sono nominativi e, pertanto, non cedibili e non sono convertibili in denaro; - l’importo sarà assegnato direttamente al richiedente beneficiario, il quale potrà utilizzarlo mediante un meccanismo interattivo che gli consentirà di effettuare le transazioni negli esercizi commerciali che hanno aderito all’iniziativa, tramite l’esibizione del proprio codice fiscale e l’utilizzo di un “codice pin” opportunamente assegnato. Gli operatori commerciali a loro volta potranno verificare in tempo reale tramite apposita applicazione i requisiti e la capienza del budget messo a disposizione dal Comune al beneficiario.


Documenti e link

X
Torna su