Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

NOSTOS - DIALOGHI SUL MARE DEI RITORNI

Giovedì 16 Febbraio, alle ore 19.30, presso l'ex Convento delle Clarisse, Monica Rucco dialoga con Shady Hamadi autore italo siriano del libro "Esilio dalla Siria" e del successo "La Felicità araba" - Storia della sua famiglia e della rivoluzione siriana. Ingresso libero.  

Dettagli della notizia

DIALOGHI SUL MARE DEI RITORNI

Shady Hamadi, autore italo siriano di "Esilio dalla Siria” (Add editore) dialoga con Monica Ruocco - docente di Lingua e Letteratura Araba
Monica Ruocco, professore di Lingua e Letteratura araba presso l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale. Si occupa di narrativa e drammaturgia araba, traduttrice, incontra Shadi Amadi, autore di Esilio dalla Siria – Una lotta contro l’indifferenza.Il libro segue il successo de La Felicità araba – Storia della mia famiglia e della rivoluzione siriana, che è stato salutato da Dario Fo come un libro che «ci dà una possibilità rara: diventare coscienti di ciò che accade in questo piccolo grande mondo».
Hamadi, blogger de «Il Fatto Quotidiano», è nato a Milano nel 1988, da madre italiana, cristiana, e padre siriano, musulmano, in una famiglia “illuminata”, dove le differenze sono sempre coesistite tranquillamente. Fino al 1997 gli è stato vietato di entrare in Siria, a causa all’esilio del padre Mohamed, membro del Movimento nazionalista arabo. Con lo scoppio della rivolta siriana contro il regime di Bashar al-Assad nel marzo 2011, Hamadi diventa un attivista per i diritti umani e un importante punto di riferimento per la causa siriana in Italia. E' da tempo impegnato in giro per l’Italia per raccontare quello che sta succedendo sotto i nostri occhi e di cui noi italiani-occidentali non siamo quasi per nulla consapevoli.
Una tragedia umanitaria di gigantesche proporzioni che affonda le radici in complesse vicende storiche e geopolitiche che non arrivano alle nostre orecchie e ai nostri occhi. Il compito di Hamadi – portare avanti con urgenza e passione la sua lotta contro l’indifferenza alla guerra e al dramma siriano– è tanto doloroso quanto prezioso perché esalta la dimensione di quel dovere civico nei confronti del proprio popolo e della propria terra, quella stessa dimensione che noi europei abbiamo quasi interamente perso. Esilio dalla Siria è dedicato alla nonna di Shady e a suo cugino Mustafa, morto sotto tortura e inghiottito nelle carceri siriane: il volume è parte di quella che sarà una trilogia.

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Hai trovato utile, completa e corretta l'informazione?
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
Torna a inizio pagina