Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.
porta.jpg

MEMORIA D'INCIAMPO

Lunedì 8 gennaio 2018, ore 09.30, in via Re Galantuomo, n. 10 a Copertino (LE), si svolgerà la cerimonia pubblica di collocazione della PIETRA D'INCIAMPO alla presenza dell'artista Gunter Demnig, in ricordo di Giovanni Polo, morto a Mauthausen.  

Dettagli della notizia

Lunedì 8 gennaio 2018, ore 09.30, in via Re Galantuomo, n. 10 a Copertino (LE), si svolgerà la cerimonia pubblica di collocazione della PIETRA D'INCIAMPO alla presenza dell'artista Gunter Demnig, in ricordo di Giovanni Polo, morto a Mauthausen.

Progetto curato dal Prof. Dario Chiriatti

 

Le “Pietre d’Inciampo - Stolpersteine” , ci racconta l'Assessore ai beni e alle attività Culturali Cosimo Lupo sono un progetto animato da ragioni etiche, storiche e politiche, ideato e realizzato dall’artista tedesco Gunter Demnig.

 

Un semplice sampietrino, come quelli che pavimentano le strade di molte città europee, reca incisi sulla superficie superiore di ottone pochi dati identificativi: nome e cognome, data di nascita, data e luogo di deportazione, data di morte, quando conosciuta.

 

è collocato sul marciapiede prospiciente l’abitazione dei deportati. Le date ci dicono se da quella porta è passato un neonato ancora incapace di camminare o un vecchio che si appoggiava al bastone, un uomo giovane e forte, una donna incinta.

 

La professoressa Sandrina Schito Sindaco di Copertino: su quelle piccole e discrete sculture il nostro piede inciampa e la nostra memoria si costruisce e si rinnova. Forse, un giorno, impareremo a far scivolare il piede senza toccarle. Ma finché abbiamo bisogno di inciampo dobbiamo calpestarle... per raggiungere il nome che è sulla pietra.

 

Gunter Demnig ha avviato il progetto a Colonia nel 1995, dedicando la sua vita e il suo lavoro alla memoria di tutti i deportati, razziali, politici, militari, religiosi, disabili, rom e omosessuali, in tutto il mondo.

 

Copertino entra a far parte di questo grande e straordinario monumento diffuso della Memoria.

 

Interventi Istituzionali

 

Prof.ssa Sandrina SCHITO - Sindaco di Copertino

 

Prof.  Sebastiano LEO - Assessorato Istruzione - Regione Puglia

 

Gunter Demnig colloca la Pietra d’Inciampo in ricordo di Giovanni Polo

 

Letture a cura degli Studenti del Liceo Statale “Don T. Bello” impegnati nel Progetto “Una piccola luce. I Giusti, ieri e oggi”.

 

Partecipano

 

Kalophonix diretti dal M° Alessandro Augusti

 

 

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Hai trovato utile, completa e corretta l'informazione?
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
Torna a inizio pagina